Una nuova normalità Posted on

Il distanziamento sociale sta dimostrando più che mai che le persone sono fatte per stare insieme. Certo, il contesto attuale avrà probabilmente un impatto a lungo termine sul desiderio delle persone di partecipare personalmente a conferenze o eventi. Però la situazione ha anche creato un laboratorio senza precedenti imparare nuovi modi di fare aggregazione.

Dopo le prime settimane di confusione, durante le quali molti eventi sono stati semplicemente rimandati, la presa di coscienza ha fatto si che molti eventi siano stati annullati o spostati in versione digitale. Questo cambiamento di approccio ha portato tutti a riconsiderare il modo in cui si raggiunge il pubblico su larga scala e le esperienze che si forniscono loro attraverso eventi virtuali.

Più cinema che teatro

Online o di persona, le persone si presentano agli eventi per imparare, fare rete e scoprire. Questo non cambierà. Ma per soddisfare il più possibile queste esigenze su una piattaforma digitale servono alcuni cambiamenti strategici chiave. A partire dalla produzione. Mentre gli eventi di persona sono di natura più teatrale e “a braccio”, gli eventi virtuali richiedono un approccio cinematografico. Una conferenza in loco non si traduce in una chat room.

Quando si producono eventi virtuali, sarebbe bene pensare ad “episodi”. Il pubblico non è affascinato da un flusso di un’ora di una singola telecamera puntata su una persona su un palco. Invece, pianificate quell’ora in segmenti. Usa più fotocamere e cornici per cambiare angolazione. Si può creare un’esperienza dinamica per dare ritmo e focalizzare l’attenzione, anche se i vari ospiti sono seduti a un metro di distanza (o nelle loro case).

Adattarsi al formato

Proprio come va adattata la strategia di produzione, i presentatori dovrebbero adattare il loro stile alla telecamera, e non più all’idea di un palco. Questo richiede pratica. Molti presentatori esperti sono teatrali, allenati a proiettare e riempire la stanza con la loro presenza. Ora, lo schermo da riempire è quello di un monitor. Non c’è (e non deve esserci) un PowerPoint proiettato come sfondo. Manca la folla, quindi si deve imparare ad avere una conversazione coinvolgente con il pubblico direttamente tramite la telecamera: una lezione che anche i presentatori dei TG stanno imparando in prima persona proprio ora .

Il talk:da evento unidirezionale a conversazione

Esistono diversi modi per consentire ai partecipanti all’evento di interagire con i relatori e il pubblico durante una conferenza virtuale. Ancora una volta, i migliori risultati vengono dalla pianificazione in anticipo. Ad esempio, connettersi tramite le proprie community social in cui gli spettatori sono già coinvolti può aiutare a costruire una conversazione che porta all’evento e far sì che le persone partecipino di più, o facciano domande. Consentire ai partecipanti di interagire tra loro e porre domande in anticipo può anche aiutare i presentatori a prepararsi ad affrontare quello che è importante per il loro pubblico.

In ogni caso, i moderatori svolgono un ruolo importante nella costruzione della conversazione. Più che semplici monitor di chat room virtuali, dovrebbero collaborare con i presentatori per coinvolgere il pubblico dal vivo. Invece di una presentazione di 45 minuti seguita da 15 minuti di domande e risposte, ad esempio, incoraggiare la partecipazione in tempo reale. Usate un moderatore per favorire la conversazione e costruire un’esperienza dinamica.

Avere in mente un pubblico globale

Gli eventi virtuali abbattono le barriere geografiche alla partecipazione. Si può anche realizzare (o estendere) un evento a fusi orari diversi in modo che i partecipanti possano sperimentarlo dal vivo ovunque si trovino. Si possono sfruttare piattaforme per conferenze digitali come Microsoft Teams che abilitano i sottotitoli e la traduzione per le osservazioni dei relatori, in modo che i membri del pubblico possano visualizzare i sottotitoli nella loro lingua locale.

Serve anche rendere visibili le sessioni e le conversazioni dopo l’evento, specie se si tratta di eventi di formazione interna. Pubblicare le registrazioni degli eventi su piattaforme come  Facebook Workplace permette alle persone di riguardarle quando è più comodo per loro.

Prestare attenzione al percorso del pubblico

Gli eventi sono momenti importanti e intensi della relazione con il pubblico, o con i propri clienti. Esiste una chiara road map per coinvolgere i partecipanti agli eventi fisici: dalle comunicazioni pre-evento all’impegno in loco, passando per gli approfondimenti a fine evento. Anche gli eventi digitali richiedono diversi metodi di coinvolgimento prima, durante e dopo.

Ad esempio, il mezzo virtuale è fantastico per l’apprendimento autonomo. Un buon mezzo per coinvolgere i partecipanti può essere quello di incoraggiarli a completare dei “compiti a casa” prima dell’inizio dell’evento. Un’opportunità di ulteriore apprendimento online o una possibilità di conseguire una certificazione in seguito.

Dare fisicità

Inviare a casa delle persone un oggetto, omaggio o invito collegato all’evento, è fondamentale per dare fisicità e concretezza. Queste due cose non si dovrebbero mai perdere.

MullenLowe Open per gli eventi

MullenLowe Open è in grado di aiutare le aziende riproducendo gli eventi online con le dinamiche che caratterizzano gli eventi fisici: spettacolarità, relazioni umane e networking, dall’accredito, al foyer sala plenaria, ad ambienti live dove gli ospiti si possono incontrare e parlare assistendo ed interagendo con eventi e contenuti.
Possiamo approfondire con voi le soluzioni migliori per le esigenze dei vostri eventi.

4 soluzioni tecnologiche

  1. Piattaforma di condivisione, regia in remoto, relatori in remoto,
    scaletta evento caricata dalla regia, interazioni garantite fino a 250 pax
  2. Piattaforma di condivisione, studio virtuale, regia insieme ai relatori,
    interazioni garantite fino a 250 persone
  3. Piattaforma di condivisione + streaming. Interazioni fino a 250 persone,
    viewers no limit con interazione via chat. Social sharing included
  4. Only streaming, viewers no limit, interazione via chat. Social sharing included

Dettagli tecnici:

  • massima affidabilità di banda
  • utilizzo rete RTC con latenza inferiore al secondo e 200 datacenter scalabile fino a 1 mil di contemporaneità per singolo canale con uptime del 99%
  • rete di firewall
  • utilizzo di protocolli SSL per le comunicazioni client-server
  • comunicazioni crittografate
  • rispetto del GDPR